29 novembre 2007

MySpace l'invito a cena di Gesù.

Il caro Sauro si vantava, l'altro giorno, di aver ricevuto sul proprio MySpace una richiesta di add (ovvero aggiungere al proprio gruppo di amici) da parte nientemeno che di Gesù di Nazareth, il Cristo, il Salvatore, Rabbì. Sì sì, proprio lui.
Le reti sociali come MySpace hanno sempre bisogno di regole e piccole arguzie per comportarsi bene.
Ecco allora, caro lettore, una serie di consigli e di frasi da evitare per fare bella figura nel caso in cui Gesù chiedesse l'add anche a te.
  1. quando posti il primo commento a Gesù, magari evita i banner HAVE A GREAT WEEKEND con Jenna Jameson nuda: non è il suo stile
  2. se ti segnala un nuovo evento, 99 su 100 è un invito a cena. Vacci: potrebbe essere l'ultima
  3. quando arrivi a casa sua, una stretta di mano è sufficiente. Non baciarlo: magari si fa strane idee
  4. alla cena, anche se temi che possa finire, non portare il vino: ci tiene molto a quello di sua produzione(1)
  5. ok, da seduti siete tredici. Ma credimi, non è la cosa più grave che possa succedere quella sera
  6. ci saranno quattro blogger accreditati (Giovanni, Matteo, Luca e Marco) più altri che commenteranno la serata; quindi cerca di stare composto a tavola. Ho idea che se ne parlerà per un po'
  7. la foto della cena potrai chiederla, qualche tempo dopo, allo studio Leonardo. Ha tempi lunghi, ma se la cavicchia
  8. evita battute tipo Eh, ciascuno porta la propria croce!
  9. anche se Lui con il legno è bravo, non è l'evento più appropriato per fagli vedere che cosa non capisci nelle istruzioni dell'Ikea
  10. è possibile che sul più bello, il tuo ospite si faccia serio serio e distribuisca del pane: non è per fare scarpetta
  11. di Jesus Christ Superstar puoi parlare con gli amici al bar un'altra volta
  12. dopo la cena di solito c'è il bicchierino della staffa, con il consueto discorsone: un momento suggestivo e di condivisione che il brindisi Alla figa! rovinerebbe decisamente.
____
(1) dai, lo so che erano le nozze di Cana.