12 aprile 2007

Welcome Home.

Il giorno fa sovente schifo. Ma me lo lascio alle spalle quando chiudo la porta di casa mia.

Ho tirato giù queste 4 note stonate sul finire di giorni anch'essi piuttosto stonati. So che una stonatura non giustifica l'altra, ma ci sto lavorando.

Bando alle ciance. volevo dire una cosa, e non so se ci sono riuscito. Però ora va meglio. Qui c'è l'MP3 da scaricare.

Commenti, insulti, domande, offese, minacce, eredità milionarie, korea, artigianali, barba, baffi e perditempo, si accetta di tutto. Vivo a Settimo, io: qui mica si va per il sottile.

Nota tecnica: 4 tracce di chitarra acustica (accordi, arpeggio, strum sui pedali e solo), collegata all'ingresso mic della scheda audio e registrata in diretta con Audacity.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Che bravo!! Non sapevo facessi sul serio! Complimenti... Ho visto le puntate della costruzione della tua adorata chitarra con autentica ammirazione, che bel lavoro!
Matteo

Giuseppe ha detto...

grazie, anche se cerco di non prendermi sul serio!

Anonimo ha detto...

grande.
evidentemente i muscoli servono. bravo
ste

Anonimo ha detto...

bella melodia, mi ha fatto venire in mente un dipinto di edoardo sessa. si chiama "trasparenze di piani". sarà per l'atmosfera all'apparenza stonata.
giulia

Anonimo ha detto...

non stonata. dissonante.
details make the difference.

Kanchipuram sarees ha detto...


kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees