19 gennaio 2006

[Cantine.org] Roccaforte - Parole mai dette.


Recensione pubblicata su Cantine.

E' un lavoro professionale e gradevole, questo recente CD dei Roccaforte, gruppo piemontese nato intorno alle figure di Fabio Serra (chitarre) e Bruno Borello (basso e chitarre). Parole mai dette ha sonorità rock talvolta anche piuttosto dure senza mai abbandonare una vena romantica, quasi cantautoriale. Si apprezza da subito la presenza della voce di Simone Bigliani (recente acquisto della band) dotato di una buona estensione e controllo del vibrato: talvolta il suo timbro si avvicina molto a quello del mostro sacro della canzone italiana, Al Bano Carrisi.

Essenziale al sound dei Roccaforte è il contributo delle chitarre di Fabio Serra, musicista versatile che affianca alle ritmiche pop un'anima shredder e dà il meglio di sé nei riff veloci e nei soli, costruiti su fraseggi mai privi di senso. Aggiungono energia il batterista Simone Villati con un uso generoso della doppia cassa, l'intervento delle tastiere, ed il basso preciso e compatto; la registrazione del demo privilegia i volumi di voce e chitarra mettendo un po' sullo sfondo il lavoro della sezione ritimca.

Tanto il suono quanto i testi dei Roccaforte sono convincenti e fanno onore alla fatica compositiva del gruppo, la cui potenza fa immaginare buoni risultati in performance dal vivo. I Roccaforte hanno un sito tenuto in costante aggiornamento e ricco di contenuti multimediali da scaricare.



tracce

  1. Intro
  2. Irraggiungibilmente liberi
  3. Vai
  4. Parole mai dette
  5. Gli occhi di un'altra lei
  6. Giubbotto in pelle nera
  7. Volo libero (strumentale)
  8. Vetrine
  9. In mezzo al niente
  10. Ritratto di te
  11. La dolce età
  12. L'aquilone