20 giugno 2005

Evviva gli sposi?




Secondo capitolo della saga Abito per inviati a matrimonio.

Questa volta ci si lascia sedurre dalle lusinghe della provincia e della pubblicità sulle reti locali. Perché la strada tra San Mauro e Settimo cela un capolavoro del cattivo gusto e della cafonaggine. Se vi capita, fateci un salto. Da fuori sembra poco più di un capannone, ma già la fontana nel parcheggio zeppo di Porsche la dice lunga.

Il portoncino d'ingresso è lo stesso della banca con scritto ALT e AVANTI. Il sistema di videosorveglianza è quello di Fort Knox. L'interno è un incrocio tra la Reggia di Caserta, Versailles e il Carrefour di Corso Grosseto.

Al centro della sala, oltre l'immancabile pianoforte a coda bianco, c'è uno scalone di finto marmo di Carrara che porta al piano superiore. Ogni finestra è dotata di un balcone in polistirolo e qua e là si vedono enormi tavoli rettangolari, sempre in finto marmo. Anche le colonne sono in polistirolo. Le commesse, invece, sono per metà silicone e per metà botulino. Hanno la pelle bruciata dal sole e probabilmente pensano che sia una vera seccatura che il cliente non sia un macellaio arricchito che grida: "Prendo il più caro".

Infatti la capobranco dichiara seccata: "Se vuole qualcosa ce lo dica, che abbiamo cento abiti in consegna questo mese."

Per la cronaca: uno straccetto d'abito di un colore non meglio definito costa 500 euro, ed è il capo più cheap. La media degli abiti da testimone è color oro, come vestivano i Beatles. Gli altri vestiti sono innavicinabili, non tanto per il prezzo quanto per il buon gusto.

Guadagnare la porta d'uscita è l'atto più sensato da quando siamo entrati. Sull'uscio, gesto magnanimo, ci consegnano catalogo con DVD. La modella sulla copertina sembra una escort di lusso. E' tutto molto, molto lontano dalla mia idea di matrimonio.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Annunci così il tuo matrimonio?

Giuseppe ha detto...

la saga si intitola "Abito per inviati a matrimonio".

se avessi annunciato il MIO matrimonio, avrei scritto "Abito sposo", no?

Anonimo ha detto...

in effetti ti ha reso un po' nervoso lo shopping...

Anonimo ha detto...

...ma vacci nudo e non pensarci più! tanto con sto caldo, alla fine si spoglieranno tutti...gli sposi per ultimi, dopo uno streap fuori programma della sposa...

heavybrain64 ha detto...

Passandoci a fianco avevo sempre pensato che fosse ná sola....

Ora lo confermi con dovizia di particolari :)

Fortunatamente o sfortunatamente sono allergico al matrimoni e gli amici sono tutti ormai piú vicini al divorzio :(

PS sia chiaro io amo le donne e proprio per questo non me la sento di costringerne una a vivere con mé :)

Giuseppe ha detto...

> PS sia chiaro io amo le donne e proprio per questo non me la sento di costringerne una a vivere con mé :)

questa è carina!

heavybrain64 ha detto...

>Questa é carina!

Usala pure non é protetta da alcun brevetto ;-)

Anonimo ha detto...

...o forse ami troppo te stesso per rischiare che una donna non ti voglia amare?

heavybrain64 ha detto...

AMO me stesso....

No non mi risulta, non ho tendenze D'Annunziane :D

Ma posso buttar lí un'altro dei miei cavalli di battagli:
Io sono l'uomo che non deve chiedere mai....
Tanto sarebbe lo stesso ;-)

Forse non cerco una compagna proprio perché non amo me stesso...
Ma qui si scivola nella psicoanalisi e la cosa potrebbe farsi cupa e tetra...

Kanchipuram sarees ha detto...



kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees