24 marzo 2005

Un altro colpo al cerchio.

Dopo qualche tempo sono ritornato sul blog di Prodi per vedere se il candidato a guidare questo Paese è riuscito a ricordarsi di far scrivere almeno una riga da qualcuno del suo staff pagato con le mie tasse.

Niente. Vuoto pneumatico. Tragicamente, quasta penuria di scritti spontanei sembra essere lo specchio di una penuria ben più grave, quella di pensieri e programmi.

In compenso nell'arco di un mese ha scritto 20 discorsi. Dalle mie parti si direbbe discursci, ovvero chiacchiere.