27 gennaio 2005

La macchina che mancava.




Il ricercatore israeliano Yoram Vardi del Rambam Hospitalad Haifa ha messo a punto una macchina in grado di misurare il livello di libido delle persone.

L'esperimento è stato effettuato su un campione di 30 persone (maschi e femmine) sessualmente sane, impegnate nella visione di alcuni filmati.

Il test, scrive Repubblica, ha dimostrato che erano i film a contenuto erotico a determinare le variazioni più consistenti delle onde P300. Ovvero: più lo spettacolo era eccitante, più le loro onde P300 ne erano state modificate. Come dire: è il sesso la principale causa di distrazione nel nostro pensiero.

Che gaia scienza. Ci voleva una macchina per scoprirlo.


3 commenti:

AndreaT ha detto...

Pippo però dilla tutta, non è che il luminare volesse dimostrare che il pornazzo eccita più del documentario sulle termiti, è per quantificare gli effetti di psicofarmaci. Ecco, avete avuto tutti un esempio di informazione distorta!

Giuseppe ha detto...

Per dovere d cronaca, l'esperimento è stato effettuato alternando un documentario sugli orsetti lavatori (con voce di Luca Ward) e spezzoni del film "Bocche di commesse".

Kanchipuram sarees ha detto...



kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees
kanchipuram silk sarees