18 agosto 2009

Io sono il rock, e voi non siete un cazzo.


Stefano Petrelli
"Mendoza"
02/11/1963 – 17/08/2009

foto da MySpace.

Stefano Petrelli, in arte Mendoza, musicista, compositore, rocker, leader carismatico del newsgoup i.a.m.s.c., ci ha lasciato il 17 agosto pomeriggio.

Nelle ultime settimane ci siamo sentiti al telefono oltre che in chat. Aveva voglia di tutto fuorché di andarsene. Ha lottato con forza, contro il male che lo affliggeva, contro i dottori che non lo ascoltavano e forse non gli hanno prestato le dovute cure. Cui però non serbava rancore. Chiedeva giustizia, questo siì. Faceva il duro, ma aveva una sensibilità e una capacità di capire davvero fuori dal comune.

E' un giorno triste. La comunità del rock perde una delle sue anime più sincere, creative e belle. Io perdo un amico sempre disponibile a scambiare due parole sulla musica e sulla vita.

Come potevo, non certo all'altezza della sua arte, avevo scribacchiato due paroline sui suoi monumentali capolavori rock: Another Rock n Roll Swindle, Another Rock n Roll Swindle Limited Edition e The Last Dragon.

La sua pagina su MySpace, dove trovate i suoi CD, che vi raccomando di comprare.

Qui le sue performance dal vivo.





Etichette: ,

2 Commenti:

Anonymous Vanessa (nipote) ha scritto...

Ciao Zio Mostro...mi manchi tantissimo, avrei voluto salutarti, ma nn ne ho avuto ne la possibilità ne il tempo...prima che tu te ne andassi la mamma ti ha fatto una richiesta: proteggi i tuoi nipoti...ti prego zio fallo...in questi anni di crescita ho bisogno di qualcuno che mi protegga, e Chris anche più di me...voglio che sia tu!!!!non lasciarmi totalmente...Zio ti voglio bene...mi mancherai...Vanessa

2:51 PM  
Blogger Pippo ha scritto...

Dolce Vanessa, sono certo che Stefano ti stia ascoltando e che veglierà su te e gli altri nipoti, con la sua forza e la sua dolcezza.

3:40 PM  

Posta un commento

<< Home