31 agosto 2005

Reality soap.

Avanti. Quanti di voi sanno cos'è un reality soap? Io ci sono arrivato da solo col mio cervellino.
Come?
Accendendo la TV su Rai3 verso sera. E mi sono imbattuto in una altrimenti indefinibile porcheria di livello talmente basso da lasciarmi senza parole per giorni.
Parlo di Walter e Giada, la soap estiva di quella che un tempo chiamavamo con orgoglio Telekabul.
Personaggi improbabili nel loro goffo tentativo di apparire comuni si muovono stancamente in schemi ridicoli fino all'imbarazzo. Non basta. E no. Perché, come in ogni produzione televisiva italiana che si rispetti, gli "attori" (parola grossa per quei curiosi animali ripresi come in un documentario) hanno un pesantissimo accento romano (anzi: burino) arricchito da difetti di pronuncia, sibili, strafalcioni.
I personaggi sono raffazzonati, specie di idealtipi della peggiore idiozia made in Endemol: c'è il palazzinaro, l'onorevole, la segretaria.
Ma non c'è limite al peggio: la sopa è accostata ai Promessi sposi. Manzoni sperava di avere 25 allievi: ha trovato decine di cretini.
Altro che soap: qui servirebbe sapone, e parecchio, per dare una bella ripulita alla Rai e ai suoi "creativi".

30 agosto 2005

I tempi cambiano.


Dalla prima email di San Paolo Apostolo ai Tessalonicesi.

Stirando vengono anche queste idee cretine.

29 agosto 2005

Torino calibro 6.

Ho vissuto per tre anni in un cimiciaio sui Murazzi, quindi capisco che non sia piacevole avere gli spacciatori sotto casa. Però, diamine, il tiro al bersaglio è davvero troppo. E che è, il giustiziere della notte versione Gianduja?

Cosa fare prima dei trenta.

Ecco. Siccome non bastava il ticchettio del mio orologio a dirmi che sono vecchio, ci ha pensato un film inglese e l'immancabile dibattito sul Corriere.
In ogni caso sono fuori tempo massimo per partecipare al dibattito.
Vediamo i temi caldi:
  • Laurea: sai che sforzo.
  • Viaggi: abbastanza, ma avrei voluto farne di più
  • Un figlio: eddai, come si fa a mettere un figlio sullo stesso piano di qualunque altro obiettivo???

Emblematici gli under trenta intervistati: da quella scemetta di Melissa P. (Vorrei adottare un bambino... E perché? Che male ti ha fatto?) a quella scemetta di Beatrice Borromeo (Vorrei fare la giornalista politica... Avanti, c'è posto), il tutto coordinato da Gianna Schelotto e altri psicologi da edicola.

Ma per cortesia.

26 agosto 2005

It's friday.


E' venerdì su Torino, capitale polverosa, cantiere perpetuo. E' venerdì sulle polveri sottili e sull'amianto liberato nell'aria dalle demolizioni di fabbriche e acciaierie. E' venerdì sul suo cielo lattiginoso e geloso dei raggi del sole. E' venerdì per la bolgia dei Murazzi e per le corse clandestine sul Lungo Stura. E' venerdì per i dirigenti decotti e per le cassiere dell'Auchan. E' venerdì per le gru che si riposano dondolando il collo come giraffe. E' venerdì per le madamine della collina e per i tamarri di Collegno. E' venerdì per me che, evidentemente, ho esaurito tutte le idee, ma proprio tutte.

Foto: Cantiere di notte, Corso Grosseto, febbraio 2005. Nikkor 17-35 f16, Fuji Sensia 100.

25 agosto 2005

Let's Google Talk!

Ok, non sono certo arrivato primo. Dotcoma, Guru Granieri e Mante sono stati pi� veloci. Ma fatelo anche voi, miei cari 25 (magari!) lettori: scaricate e installate Google Talk. Col vostro account di Gmail potrete chattare e parlare con i vostri amici. Tra cui vi ricordo il sottoscritto piersantelli@gmail.com.

La mia bimba urla.

Qui sopra potete vedere il pickup Seymour Ducan Vintage Rails montato in posizione bridge sulla mia Strato Mexican Standard con cui, da alcune settimane, sto cercando di tirare gi� What My Body Needs di Lonnie Brooks.
Per l'esattezza, il setup si completa con il mitico Behringer V-TONE GUITAR GDI21.

Io su questo pezzo ci sto perdendo la testa e i polpastrelli della mano sinistra. Ma me lo sono promesso: finch� non l'avr� tirata gi� tutta non mi dar� pace.

Fine della sega mentale chitarristica.

24 agosto 2005

customer servic (sic).

Non ho fortuna con i customer service. Ecco cosa mi ha scritto la gentile signora Angela della ditta XYZ da me interpellata.


[THREAD ID:1-28W8S]
SIG.GIUSEPPE PIERSANTELLI
questo modello non viene commerciabilizzato in Italia.
Il mese prossimo potravedere i modelli XXX da noi commerciabilizzati sul sito www.xyz.com cordiali saluti
Angela
customer servic


Tengo a precisare che la ditta in questione non era l'Accademia della Crusca. Però, un minimo...

Fratelli nel metallo.

L'estate, questa magnifica estate che rapidamente scivola nell'autunno, è iniziata così: un pomeriggio assolato alla periferia di Bologna, per il Gods of Metal 2005.

Alla vostra sinistra, il sottoscritto in compagnia di un affermato professionista di Genova si fermano all'autogrill nei pressi di Piacenza mentre un terzo fratello nel metallo, rimasto ignoto, scatta la foto col cellulare.

Nota sul vestiario. Il mio chiodo di pelle è stato comprato nel luglio 1990 a Londra in Carnaby Street. La T-shirt dei Nuclear Assault è dello stesso periodo.

23 agosto 2005

Le possibilità di un'isola.

Gente, accorrete, ci siamo quasi!

Ho letto, riletto, regalato e fatto leggere Piattaforma. Ho letto le Particelle elementari e L'estensione.

Potrei perdermi il prossimo di Houellebecq?

Etichette:

22 agosto 2005

Diversamente.

Sei andato da Decathlon per comprare le ciabatte il costume lo zainetto il sacco a pelo in offerta. Sei andato verso le cabine per provare il costume e sulla porta delle cabine hai trovato un cartello con scritto:

CABINA RISERVATA AI DIVERSAMENTE ABILI

Poi chissenefrega se i marciapiedi e gli autobus non hanno le rampe d'accesso e se nei parcheggi riservati qualche signora posteggia il Cayenne con le quattro frecce per andare a farsi i colpi di sole. L'importante è colmare il divario linguistico.

Ecco qualche utile esempio.

Quando tornerai a casa e troverai tua moglie intenta a soddisfare le voglie del tuo migliore amico, sappi che lei non è una pu**ana: lei, semplicemente, è stata diversamente fedele. E il tuo amico, no, lui non è un grandissimo pe**o di me**a: lui è diversamente leale.
Però tu non sentirti diversamente rispettato: sei e sarai un cornuto.

Allora per la rabbia uscirai di casa, andrai a mangiarti una pizza da solo, come hai visto fare nei film. Il cameriere ti porterà il conto: 17,50 euro per una margherita bruciacchiata, una birra media e un caffè Ti sbagli, se pensi che siano dei ladri: loro sono diversamente economici.
Ma tu, amico mio, tu non sarai diversamente retribuito: sei povero e basta.

Salito in auto, accendi la radio. E non dire che tutto quello che passa in FM, e i deejay, e le pubblicità , fanno ca**re: sono diversamente piacevoli. Se non ti va bene, metti un CD.
Ma se disgraziatamente la tua autoradio non ha il CD player o non hai l'iPod, non sei diversamente equipaggiato: sei solo un pezzente rimasto all'età della pietra.

Il tuo capo ti ha licenziato e da mesi non trovi uno straccio di lavoro anche se hai un master? Avanti, non vorrai mica dirmi che sei disoccupato? Che cos'è questa caduta di stile? Tu sei una risorsa pregiata attualmente disponibile su un mercato del lavoro diversamente strutturato. E cioè?

Dai, niente, stavo scherzando. Sei solo un disoccupato.

Ma suvvia, rallègrati: a pochi chilometri da casa tua, un analfabeta di nome Costantino Vitagliano guadagna il tuo reddito annuale con una serata in discoteca e ha appena pubblicato un libro. Senza averne mai letto uno.

Molto, molto bene.

11 agosto 2005

Pezzodicarta.

Tiè, alla faccia di chi mi vuole male e dice che all'università ho studiato taglio e cucito. Lo dice Unioncamere e lo conferma pure Z. Baumann: le lauree umanistiche aiutano i neolaureati a trovare un lavoro.

Infatti, laureato e congedato, vendevo fotocopiatrici. Venghino, siòri, venghino.

Caramelle da uno sconosciuto.

Siete coniugati? I rapporti con la famiglia di lei non sono sempre cordiali?
Nessun problema. Prendete un traghetto e andate in Sardegna, sulla costa orientale. A San Teodoro c'è una bancarella di caramelle che vende una specialità interessante.

D'ora in poi le vostre cene con quell'anziana signora che vi dà consigli non richiesti, si concluderanno felicemente con un sorriso e la frase:

"Signora, gradisca una caramella."

10 agosto 2005

Pedagogia da spiaggia.

Spiaggia di Porto San Paolo, Sardegna, estate 2005.

Un bambino sui 4-5 anni gioca con la sabbia. La madre, probabilmente, è di parere contrario. Così lo sgrida:

"Vieni qui o le buschi! Guarda che ti faccio andare in giro col pistolino di fuori!" La minaccia della vergogna è persuasiva, deve aver pensato la giovane e imbecille madre.

Non mi stupirò se in capo a 15 anni quel bambino, divenuto adulto, combinerà qualche guaietto a sfondo sessuale, magari solo per riscattarsi della violenza subita.

Molto, molto bene.

09 agosto 2005

Rieccolo (altro che mobile Internet!)

Rieccomi qui, so che a qualcuno sono mancato. Per di più dopo l'annuncio - rivelatosi un quaquaraqua - secondo il quale avrei pubblicato i miei blog direttamente sotto l'ombrellone.

Calma: io a fare il mobile blogger ci ho provato. Ma Vodafone mi ha messo i bastoni tra le ruote.

Brevissima cronistoria: avuto in regalo un telefonino fighissimo, ho sottoscritto un'offerta di 60 ore di connessione GPRS che, secondo la gentile venditrice, sarebbe stata comprensva di traffico WAP (utile perché Blogger.com si gestisce perfettamente con browser WAP 1.1).

Pagato il dovuto (20 euro), dopo qualche tentativo di connessione il mio credito è stato azzerato. Si sono susseguite 72 ore pressoché ininterrotte di telefonate con il customer care di Vodafone nel tentativo di capire e risolvere il problema. Per 72 ore sono rimasto a euri zero ed appeso a un filo di speranza.

Ovviamente, la dozzina di operatori diversi mi ha fornito una dozzina di risposte diverse, alcune improbabili, alcune esilaranti...

"Per riattivarle il credito dobbiamo aspettare il nulla osta dell'Ufficio Riaccrediti".
E che è? L'Ufficio Sinistri di Fantozzi?

"Sì, deve esserci stato un problema di rete per cui il suo profilo si è sconfiguarato".
Forse le macchie solari? Il buco dell'ozono?

Alla fine si è capito che l'offerta NON comprendeva il traffico WAP. Inutile protestare con l'operatore di turno: quelli sono allenati a rispondere con gelida cortesia anche di fronte a:
  1. L'evidenza di aver detto una clamorosa str***ata
  2. L'accostamento della propria mamma ad una peripatetica a prezzi modici.
Così ho rinunciato. Con le pive nel sacco mi sono preso 17 eur di riaccredito (ma perché? ne avevo versati 20) e addio sogni di mobile internet e blog scritti mangiando l'anguria.

Ricominciamo così. PC e tastiera. Poco mobile, molto Internet.